Home » Stop allo sci, la rabbia delle categorie e delle Regioni: si confida nei ministri bellunesi e in quelli leghisti

Stop allo sci, la rabbia delle categorie e delle Regioni: si confida nei ministri bellunesi e in quelli leghisti

ECONOMIA
– di Chiara Andreola

Da Confindustria Belluno Dolomiti a Confturismo, all’Anef, alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, alle Province di Belluno e di Trento, tutti chiedono a gran voce un cambiamento nel modello decisionale e indennizzi certi, rapidi e consistenti. E ripongono la fiducia nei propri rappresentanti a Roma

 

Da Confindustria Belluno Dolomiti a Confturismo, all’Anef, alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, alle Province di Belluno e di Trento, tutti chiedono a gran voce un cambiamento nel modello decisionale e indennizzi certi, rapidi e consistenti. E ripongono la fiducia nei propri rappresentanti a RomaDa Confindustria Belluno Dolomiti a Confturismo, all’Anef, alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, alle Province di Belluno e di Trento, tutti chiedono a gran voce un cambiamento nel modello decisionale e indennizzi certi, rapidi e consistenti. E ripongono la fiducia nei propri rappresentanti a RomaDa Confindustria Belluno Dolomiti a Confturismo, all’Anef, alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, alle Province di Belluno e di Trento, tutti chiedono a gran voce un cambiamento nel modello decisionale e indennizzi certi, rapidi e consistenti. E ripongono la fiducia nei propri rappresentanti a RomaDa Confindustria Belluno Dolomiti a Confturismo, all’Anef, alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, alle Province di Belluno e di Trento, tutti chiedono a gran voce un cambiamento nel modello decisionale e indennizzi certi, rapidi e consistenti. E ripongono la fiducia nei propri rappresentanti a RomaDa Confindustria Belluno Dolomiti a Confturismo, all’Anef, alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, alle Province di Belluno e di Trento, tutti chiedono a gran voce un cambiamento nel modello decisionale e indennizzi certi, rapidi e consistenti. E ripongono la fiducia nei propri rappresentanti a RomaDa Confindustria Belluno Dolomiti a Confturismo, all’Anef, alle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, alle Province di Belluno e di Trento, tutti chiedono a gran voce un cambiamento nel modello decisionale e indennizzi certi, rapidi e consistenti. E ripongono la fiducia nei propri rappresentanti a Roma